Panoramica delle tasse e dei canoni riscossi direttamente dagli enti locali

Tutte le entrate comunali, che siano di natura tributaria o patrimoniale, sono assoggettate ad un regolamento ben preciso che ne determina le diverse modalità di pagamento. Prima di tutto, per fare maggiore chiarezza, costituiscono entrate tributarie quelle derivanti dall’applicazione di leggi dello Stato, le quali, in attuazione della riserva dell’art. 23 della Costituzione, individuano i tributi di pertinenza del Comune, le fattispecie imponibili, i soggetti passivi, le aliquote massime, con esclusione dei trasferimenti di quote di tributi erariali, regionali e provinciali. Le entrate di natura patrimoniale invece sono tutte quelle che non rientrano nel precedente comma 1, quali canoni e proventi per l’uso ed il godimento di beni comunali, corrispettivi e tariffe per la fornitura di beni e per la prestazione di servizi ed in genere ogni altra risorsa la cui titolarità spetta al Comune.

Le entrate patrimoniali nello specifico

Sono di tipo patrimoniale le seguenti entrate:

  • Contravvenzioni al Codice della Strada e sanzioni amministrative
  • Parcheggi
  • Acquedotto – Utenze Idriche
  • Lampade votive
  • Rette scolastiche
  • Oneri di urbanizzazione
  • Servizi a domanda individuale

Le stesse entrate patrimoniali possono essere suddivise in:

  • entrate patrimoniali di diritto pubblico: con le quali si intendono tutti i proventi derivanti dal godimento di pubblici beni e servizi connessi con la ordinaria attività istituzionale (esempi: COSAP – Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, canoni demaniali, tariffe dei servizi educativi e scolastici, tariffe della luce votiva, tariffe per palestre e impianti sportivi, tariffe dei servizi sociali e cimiteriali, per sale comunali, oneri di urbanizzazione e contributo costo costruzione in quanto ha natura di corrispettivo di diritto pubblico, etc.) e le sanzioni amministrative quali ad esempio le sanzioni pecuniarie previste dall’articolo 13 della legge 765 del 1967 per le costruzioni abusive, le sanzioni in materia urbanistico edilizia, le sanzioni relative a violazione dei regolamenti comunali, le infrazioni al codice della strada;
  • entrate patrimoniali di diritto privato: si intendono le entrate non aventi natura pubblicistica, e quindi i proventi derivanti dal godimento di beni e servizi connessi con attività di diritto privato dell’ente (es. canoni di locazione non derivanti da atti concessori).
  • Le norme del presente Regolamento indicano le procedure e modalità generali di gestione delle entrate comunali, individuano competenze e responsabilità in conformità alle disposizioni contenute nello Statuto e nel Regolamento di Contabilità e sono finalizzate a garantire il buon andamento dell’attività amministrativa del Comune in base ai principi di equità, efficacia, economicità, semplificazione e trasparenza.
  • Restano salve le norme contenute in altri regolamenti dell’Ente, in particolare le disposizioni contenute nel Regolamento comunale di contabilità e nei Regolamenti delle singole entrate.

La nostra società Seriel, con sede a Vena del Maida in provincia di Catanzaro, è un’agenzia di riscossione tributi nata con l’obiettivo di fornire un supporto ad enti locali nella gestione dell’attività di riscossione grazie ad uno staff di esperti preparati e competenti che opera in questo settore da oltre 30 anni. Per ricevere maggiori informazioni sui nostri servizi o per ricevere una consulenza personalizzata, vi invitiamo a contattarci al numero 0968 77114, compilando il modulo sul nostro sito o inviandoci un email all’indirizzo serielsrl@virgilio.it

contattaci

SERIEL SRL
SERVIZIO RISCOSSIONI ENTI LOCALI

Via Sant’Andrea 3 – Vena Di Máida
88025 MAIDA (CZ)

Tel. : 0968 – 77114
E-mail. : serielsrl@virgilio.it